Agrumi malati dal Sud Africa, è polemica

Il Copa-Cogeca deplora che la Commissione europea non abbia preso misure sufficienti per sospendere le importazioni di agrumi provenienti dal Sudafrica al fine di evitare la diffusione dell'altamente contagiosa malattia della macchia nera.

Il Copa-Cogeca deplora che la Commissione europea non abbia preso misure sufficienti per sospendere le importazioni di agrumi provenienti dal Sudafrica al fine di evitare la diffusione dell'altamente contagiosa malattia della macchia nera.

Pekka Pesonen, Segretario generale del Copa-Cogeca, ha dichiarato "Dopo la riunione della scorsa settimana, la Commissione ha deciso di non prendere alcuna misura per proteggere il settore agrumicolo europeo contro la malattia causata dalle importazioni provenienti dal Sudafrica. All'inizio dell'anno la Commissione aveva previsto l'adozione di misure in caso di intercettazione alle frontiere di 5 carichi di agrumi contaminati da macchia nera provenienti dal Sudafrica. Tuttavia, nonostante vi siano state oltre 5 intercettazioni alle frontiere, la Commissione non ha ancora preso alcuna misura. Essa sta aspettando delle proposte da parte del Sudafrica per agire, mentre il settore agrumicolo europeo è gravemente minacciato".

Egli ha poi aggiunto: “È essenziale proteggere i nostri 300 000 ettari di agrumeti in Europa ed evitare che i 10 milioni di tonnellate di prodotti siano contaminati dalla macchia nera. Attualmente, la malattia non è presente sul territorio europeo ma può facilmente propagarsi da un frutto all'altro. Nel mese di settembre sono stati scoperti alle frontiere dieci carichi di agrumi contaminati da macchia nera provenienti dal Sudafrica. Anche l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha messo in guardia contro il rischio elevato di contaminazione. Sono le autorità sudafricane stesse ad aver deciso di sospendere le esportazioni di arance provenienti da certe regioni del paese durante il periodo compreso tra il 18 settembre e il 3 ottobre, mentre la campagna di esportazione era quasi conclusa e mentre chiediamo da un anno l'adozione di misure. Ciò non è sufficiente dato che la malattia della macchia nera colpisce tutti gli agrumi ed è diffusa in tutto il Sudafrica”.

In conclusione, il Segretario generale ha indicato “Il settore agrumicolo è importante in Europa sul piano sia economico che sociale, poiché fornisce prodotti di qualità elevata ai 500 milioni di consumatori europei e garantisce l'occupazione di milioni di persone nelle zone rurali dell'Unione europea, sia a monte che a valle, in particolare nei paesi meridionali. Esorto pertanto la Commissione ad agire immediatamente e a sospendere le importazioni di agrumi sudafricani”.