Agroalimentare, vero traino dell’Italia

Quando si dice che il cibo è il vero ambasciatore del made in Italy si dice il vero. La filiera agroalimentare estesa (cioè comprendente agricoltura, industria di trasformazione, intermediazione, distribuzione e ristorazione) è il più importante settore economico del Paese, e genera un fatturato totale di 538,2 miliardi di euro.

Quando si dice che il cibo è il vero ambasciatore del made in Italy si dice il vero. La filiera agroalimentare estesa (cioè comprendente agricoltura, industria di trasformazione, intermediazione, distribuzione e ristorazione) è il più importante settore economico del Paese, e genera un fatturato totale di 538,2 miliardi di euro.

Non solo, ma reca un valore aggiunto di 119,1 miliardi di Euro (4,3 volte le filiere estese automotive e arredo e 3,8 volte la filiera dell’abbigliamento estesa) e ha un ruolo sociale significativo poiché sostiene 3,6 milioni di occupati (pari al 18% del totale degli occupati in Italia), con 2,1 milioni di imprese. Sono cifre estrapolate dal rapporto "La creazione di valore lungo la filiera agroalimentare estesa in Italia" realizzato da The European House – Ambrosetti con Federdistribuzione, Ancc Coop, Ancd Conad e Adm.