Agricoltura: incontro tra presidente della commissione e rabbino capo del Mezzogiorno

Le potenzialità del progetto Kosher, cioè dell’iniziativa che mira a promuovere le eccellenze del Mezzogiorno d’Italia attraverso la speciale certificazione che rende i prodotti idonei al consumo da parte delle comunità ebraiche, sono state al centro dell’incontro tra il rabbino capo della comun

Le potenzialità del progetto Kosher, cioè dell’iniziativa che mira a promuovere le eccellenze del Mezzogiorno d’Italia attraverso la speciale certificazione che rende i prodotti idonei al consumo da parte delle comunità ebraiche, sono state al centro dell’incontro tra il rabbino capo della comunità di Napoli e del Mezzogiorno, Scialom Bahbout ed il presidente della commissione Agricoltura della Camera Paolo Russo.

E’ stato esposto un percorso di inclusione che punta a selezionare prodotti delle regioni del Sud come la Campania, la Sicilia, la Calabria, il Molise, la Puglia e la Basilicata che, ottenendo la certificazione Kosher, potranno essere consumati dalle comunità ebraiche presenti nel mondo.

“E’ un passo importante che darà maggiore prestigio ai prodotti italiani e soprattutto offrirà nuovi sbocchi di mercato oltre a nuove possibilità lavorative – spiega il rabbino capo della comunità di Napoli e del Mezzogiorno. “Progetto di valore che aggiunge ulteriori garanzie alle eccellenze agroalimentari del Sud come la mozzarella di bufala Dop, le castagne, il vino e l’olio – sottolinea il presidente della commissione Agricoltura della Camera, Paolo Russo.

“Alla genuinità ed alla qualità dei prodotti italiani si somma un altro sigillo che rassicura tutti i consumatori e non solo quelli delle comunità ebraiche”.