Abruzzo: successo per “Un piatto per l’Italia”

PESCARA – Presso il ristorante “Emozioni d’Abruzzo” di Collecorvino, in provincia di Pescara, s’è svolta nei giorni scorsi la manifestazione “Un piatto per l’Italia”. Con una presenza d’eccezione: il ministro delle Politiche agricole, Saverio Romano, che ha sottolineato l’importanza di una significativa sinergia tra Regioni e governo nazionale in tema di agricoltura ed enogastronomia.

“Fa bene l’Abruzzo a puntare sempre più sulla qualità e genuinità dei suoi prodotti – ha esordito il ministro. “Ritengo che manifestazioni come quella di oggi a Collecorvino, si inseriscano bene nel progetto che il ministero vuole portare avanti per tutelare e rafforzare il mercato agricolo locale e nazionale. La promozione dei mercati regionali deve però andare di pari passo e affiancare quello del mercato italiano. Solo uniti si può confermare quella leadership che il nostro Paese ha in fatto di cucina e agricoltura”. Il ministro siciliano ha poi concluso dicendo che il +12% registrato nell’export italiano dei vini porta anche la firma dell’Abruzzo.

L’assessore all’Agricoltura della Regione Abruzzo, Mauro Febbo, ha sottolineato l’importanza della presenza del ministro alla manifestazione abruzzese. “La presenza del ministro in Abruzzo impreziosisce questa manifestazione che vede anche la nostra regione partecipare con orgoglio alle celebrazioni per l’Unita’ del Paese – ha evidenziato Febbo – e allo stesso tempo testimonia l’attenzione del ministero verso la nostra realtà, a dimostrazione del buon lavoro svolto fino ad ora sia nel campo agricolo, sia in quello specificatamente enogastronomico. Come assessorato all’Agricoltura – ha aggiunto – siamo in perfetta sintonia con il governo nazionale che persegue l’obiettivo della tutela, della valorizzazione e della promozione dei prodotti tipici locali. I numeri in nostro possesso confermano il trend positivo del nostro settore agricolo”.

Nello specifico dell’enogastronomia abruzzese, Febbo ha sottolineato che “possiamo rivendicare con orgoglio gli ottimi risultati raggiunti fino ad oggi; grazie all’eccellenza dei nostri prodotti, abbiamo infatti migliorato i già buoni standard qualitativi. Non dobbiamo fermarci, ma guardare sempre più avanti, puntando ancora di più sulla qualità e genuinità del Made in Abruzzo. Con il ministro abbiamo anche colto l’occasione per fare il punto della situazione sul comparto agricolo abruzzese che, con le sue peculiarità ed eccellenze, ricopre un ruolo primario per l’economia della nostra regione”.