A Viterbo educazione alimentare in vista di Expo

La cultura del cibo come motore di cambiamento, un percorso che lega la scuola e il grande appuntamento dell'Expo 2015. Questa l'essenza del progetto immaginato da ministero dell'Istruzione, ministero dell'Agricoltura e Anci, attraverso un sistema di intese con le istituzioni locali.

La cultura del cibo come motore di cambiamento, un percorso che lega la scuola e il grande appuntamento dell'Expo 2015. Questa l'essenza del progetto immaginato da ministero dell'Istruzione, ministero dell'Agricoltura e Anci, attraverso un sistema di intese con le istituzioni locali. Il primo Comune a impegnarsi nella promozione dell'educazione alimentare e' stato quello di Viterbo, con la firma di un protocollo d'intesa tra il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, e il sindaco Leonardo Michelini.

Si tratta di un programma pluriennale di collaborazione che impegna le scuole del viterbese in progetti di educazione alimentare, di sviluppo sostenibile ed ecologia in vista dell'Expo 2015. "Il nostro e' un territorio con una grande importanza dal punto di vista agroalimentare, dobbiamo metterlo in risalto- ha detto Michelini- Stiamo firmando un protocollo che spinge verso le nuove generazioni. Quando si parla di suolo, acqua, aria, cibo parliamo di beni comuni da valorizzare. Parliamo anche di lavoro e di cultura. Con questo progetto didattico possiamo essere presenti all'Expo 2015, ma possiamo anche stimolare i milioni di visitatori che si riverseranno a Milano a scendere la Penisola e venire da noi. Possiamo dimostrare che c'e' un'Italia che scommette sul cambiamento. Una scommessa che noi amministratori vogliamo fare insieme".

"Questo protocollo- ha dichiarato il ministro Giannini- e' il primo di una lunga serie di impegni che i Comuni prenderanno con noi, perche' vogliamo che il 2015 nella scuola sia l'anno dell'educazione alimentare, della storia, della salute, della sicurezza e della cultura del cibo. Non e' un caso che la prima firma sia qui a Viterbo: questo territorio e' una delle eccellenze italiane del settore agroalimentare. Penso a olio e vino, nostre bandiere per l'Expo. Siamo qui per impegnare il ministero, da Viterbo a tutta l'Italia, affinche' la scuola diventi protagonista di Expo 2015 e anche del prossimo semestre di presidenza europea sul tema del cibo".