A Foligno i “primi d’Italia”

Saranno diciotto i primi piatti della tradizione regionale proposti nel Villaggio delle tipicità locali e delle eccellenze umbre allestito nella taverna Ammanniti nell'ambito della rassegna "I Primi d'Italia", in programma a Foligno dal 27 al 30 settembre.

Saranno diciotto i primi piatti della tradizione regionale proposti nel Villaggio delle tipicità locali e delle eccellenze umbre allestito nella taverna Ammanniti nell'ambito della rassegna "I Primi d'Italia", in programma a Foligno dal 27 al 30 settembre.

L'iniziativa è promossa dall'Università dei Sapori in collaborazione con il Comune di Foligno che ne riferisce in una nota. Gli chef dell'Università dei Sapori saranno i protagonisti delle giornate presentando e variando ogni giorno i primi piatti all'insegna della tradizione umbra, come pasta e fagioli, cannelloni con persico e ricotta, gnocchi al Sagrantino e maltagliati di farro.

A tutti i visitatori sarà donato un ricettario delle pietanze proposte durante la rassegna. Ci sarà spazio per una serie di seminari e degustazioni per favorire la valorizzazione delle eccellenze agroalimentari.

All'interno del villaggio sarà presente anche un'area espositiva con i prodotti di circa 30 operatori selezionati dal Comune di Foligno. "Si tratta di un biglietto da visita importante per Foligno e l'Umbria", ha detto Maurizio Beccafichi dell'Università dei Sapori. L'assessore allo sviluppo economico del Comune, Joseph Flagiello, ha sottolineato invece l'importanza di "proporre il Villaggio delle tipicità locali a Palazzo Candiotti in modo da dare grande visibilità all'iniziativa". "Credo – ha aggiunto – che sia importante proseguire il percorso di valorizzazione delle produzioni locali".